Claudio Avella: fumettista

Oggi intervisto Claudio Avella, fumettista.

Ciao Claudio, raccontami un po’ della tua arte.

Nasco come fumettista, dapprima sull’erotico (i miei primi lavori sono stati per la coniglio editore, poi NBM ed altri) poi mi sono dato ad altri generi tra cui il supereroistico (fathom blue per l’Aspen per il mercato US) e infine il mio ultimo lavoro è stato Junky Cable un fumetto edito in Italia da Shockdom, una storia prima divertita e pregna di cultura Giappo e Pop, poi sfuma nel filosofico e cerca di mostrare dietro la coltre di leggerezza un animo duro fatto di impegno e sacrifici.

Parla di una coppia fuori dalla norma con delle taglie sulla testa e che amano gli eccessi, che però insieme affrontano sfide enormi per poter riportare a casa la loro figlia adottiva, dovreste leggerlo per capire!

claudio-avella-hurricane-vaporwave-italia-3

Come ti ispiri?

Ascolto un sacco di musica di ogni genere (tra cui la vapor), leggo libri, fumetti, vedo anime, film, insomma l’ispirazione arriva da moltelici direzioni.

claudio-avella-hurricane-vaporwave-italia-2

Come lavori?

In modo abbastanza strutturato, una fase alla volta, nel caso di mie storie, nel caso delle illustrazioni vapor, ho iniziato da una, il blu avendo avuto un bel ritorno sul web ci ho preso la mano e alla fine ho deciso di farne un artbook.

claudio-avella-hurricane-vaporwave-italia-4

Parlaci del progetto “Colors – Ways to bliss”.

E’ un progetto che come dicevo è nato sul web, ispirato dalle illustrazioni vapor mi è venuta voglia di mischiare la cosa all’erotico, mostrando scene sessuali, cercando di essere meno volgari possibili tranne quando non volevo mostrare proprio quell’aspetto.

Ho iniziato poi a lavorare su altri colori e alla fine ho dato come tema all’albo, l’illuminazione, il sesso visto come apertura mentale, come l’avvicinarsi tramite di esso ad un’evoluzione mentale.

Insomma una visione del sesso più vicina al Tantra e allo Yoga.

Sembrerà assurdo ma oggi aprire la mente verso quel genere di apertura non è da tutti, e per evitare politiche di chiusura è giusto combattere la censura e cercare di dare un messaggio chiaro, l’uomo e la donna sono e devono essere liberi di esprimere la loro sessualità, è un traguardo che ci ha richiesto anni e non dobbiamo permettere che questo nuovo fascismo che sta prendendo piede possa metterci bocca.

Ciò detto l’artbook in questione è in lavorazione e presto cercherò di renderlo reperibile, seguitemi sulle mie pagine per avere aggiornamenti!

Vi lascio i link e grazie!

Claudio Avella

https://instagram.com/avellart/

https://claudioavella.tumblr.com/

http://claudioavella.blogspot.com/

https://www.facebook.com/ClaudioAvellaArt/

claudio-avella-hurricane-vaporwave-italia-5

Sergio Pinto

Sogno un'Italia che produce idee culturali nuove e sperimenta forme nuove, e credo sia arrivato il momento di partecipare attivamente a questo cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

− 2 = 4