Io & Alexa ep.1

Con chi stai parlando?
Sono le 21, Anita, la mia compagna torna a casa dal lavoro al centro commerciale, mi sorprende in atteggiamento amichevole con Alexa.

Parlare con Alexa

Cioè in realtà Anita all’inizio sta alcuni secondi a fissarmi come se fossi un matto, dato che sto parlando con un cilindretto nero. Sulle prime non capisce neanche da dove arrivi la voce femminile che mi chiede “Sergio dove abiti” e mi chiede di ripeterle “Alexa raccontami una barzelletta”.
Anita però conosce bene la mia indole e sa derubricare in pochi secondi ogni avvenimento inusuale alla voce stramberie nerd per tornare a dedicarsi ai suoi passatempi.
Devo dire che stavolta anche io mi sono sentito strano a parlare con Alexa, e infatti dopo aver giocato 10 minuti per configurare Alexa l’ho spenta.

automan-cursore-alexa-rei-ayanami

Super Vicki, Automan e Alexa

Parlare con un robot che ti risponde è un’esperienza ancora insolita nel 2019: Alexa sa un sacco di cose, ma si perde purtroppo in autentiche puttanate.
Cioè parliamoci chiaro i robot che fanno da parametro di riferimento sono quelli con cui sono cresciuto negli anni 80: Super Vicki ed Automan.
Super Vicki sapeva qualunque cosa meglio di Wikipedia (che all’epoca non esisteva) e aveva anche una super forza.

Super-Vicki-alexa-automan-anni80
Automan era un grande ispettore di polizia e grazie a cursore poteva far apparire elicotteri, aerei e una Lamborghini Countach capace di fare le curve a 90 gradi.
Cioè non voglio dire che dovevamo per forza fare i 300 all’ora in una supercar illuminato a led, ma diciamo che le mie aspettative per il 2019 fossero un tantino elevate…
Invece mi trovo nel soggiorno a parlare con una scatoletta del tonno che non capisce la domanda perché ho usato un sinonimo della parola standard.

NCS: Non Ci Siamo

Rei Ayanami alexa amazon

Io e Alexa dobbiamo prendere le misure.

Facendo i conti con la realtà, al momento attuale il mio interesse si è spostato a far parlare Alexa come Rei Ayanami. “Sergio, il professor Ikari dice che alle 11 hai un appuntamento con un cliente”. Oppure “La signorina Misato ti ricorda di comprare il pane”.
In alternativa potrei sempre essere io a sviluppare una skill Alexa: in fondo lavorare nel digital ha anche i suoi vantaggi no?

Nelle prossime puntate ti farò sapere come continua il mio rapporto con Alexa: nel frattempo anziché metterla a dormire nel ripostiglio delle scope le toglierò semplicemente la spina.

つづく

 

Se ti è piaciuto l’articolo e ami gli anni 80-90 potresti trovare interessante il mio articolo sulla nostalgia anni 90. oppure lo speciale su Filippo Giardina comico di stand up comedy italiana.

 

Sergio Pinto

Sogno un'Italia che produce idee culturali nuove e sperimenta forme nuove, e credo sia arrivato il momento di partecipare attivamente a questo cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

− 7 = 1